Sentiamo il bisogno di rompere il silenzio sul gravissimo momento che tutti noi stiamo vivendo. Questa lettera-appello di Lidia Maggi e altri potrebbe essere l'occasione per farlo. Il problema sollevato è vitale per poterci continuare a sentirsi umani. Anche se risolverlo non è né semplice né esente da sensate e preoccupanti controindicazioni. Ma appunto dobbiamo fare di tutto per restare umani: la via si può trovare (PP).

Pubblicato in Lettere, note, commenti
In primo piano
Canali Tematici